tribunale esterno 16 2

DOMODOSSOLA – 17-06-2019 – È libero in attesa del processo

per direttissima che si celebrerà il 5 luglio T.R., il 42enne domese arrestato sabato dalla polizia municipale domese e dalla polizia di frontiera. Attorno alle 16 del pomeriggio si trovava in piazza Cavour, in stato alterato. Era agitato, aggressivo. Dopo aver preso a male parole i passanti e aver scagliato contro uno di essi una bottiglia, è stato avvicinato da un agente della polizia locale domese, che gli ha chiesto di identificarsi invitandolo a calmarsi. Il 42enne ha reagito in maniera inconsulta, volandogli addosso nel tentativo di sottrargli la pistola d’ordinanza. La colluttazione è durata il tempo dell’arrivo di altri due vigili. Nonostante i rinforzi la municipale ha faticato a bloccarlo. Cercava di divincolarsi mentre i vigili, coperti di insulti e di minacce di morte, con forza riuscivano a immobilizzarlo, non prima d’averlo visto sbattere la testa contro un muro. Alla fine è stato arrestato, proseguendo col comportamento violento anche all'interno degli uffici di Polizia, per i reati di resistenza, lesioni personali aggravate. Oggi è comparso davanti al giudice Rosa Maria Fornelli del tribunale di Verbania che ne ha convalidato l’arresto e che, accogliendo la richiesta del pm Anna Maria Rossi, ne ha disposto la scarcerazione. Tornerà in aula il 5 luglio per il processo per direttissima.