studenti lavagna interattiva

BACENO -19-5-2019- Le immagini degli studenti della

scuola media a indirizzo musicale “Giovanni XXIII” di Domodossola,  oggi scuola “Floreanini”, che si collegano via Skype con i loro coetanei di Qamishli, in Siria, campeggiano da oggi e per i prossimi giorni all’Università della California di Los Angeles, in occasione della celebrazione del suo primo secolo di vita. L’ateneo americano ospita infatti la versione in Inglese della mostra “I millenni per l’oggi. L’archeologia contro la guerra: Urkesh di ieri nella Siria di oggi”, curata dal celebre archeologo Giorgio Buccellati, dalla moglie Marilyn, da Stefania Ermidoro e dalla giovane ricercatrice siriana Yasmine Mahmoud. Il rapporto fra gli studenti ossolani e quelli siriani è nato circa un anno fa proprio grazie a Buccellati; ne sono scaturiti quattro brani dedicati alla Siria, composti nella scuola media domese e inviati ai giovani siriani che hanno risposto realizzando un video musicale proprio tra gli scavi archeologici di Urkesh. I brani musicali e il video sono parte integrante della mostra ora allestita a Los Angeles, che dovrebbe arrivare anche a Domodossola nei prossimi mesi. L’esposizione è stata realizzata per l’edizione 2018 del Meeting di Rimini ed è la seconda in quattro anni sugli importantissimi scavi archeologici siriani promossi dai coniugi Buccellati. La città di Urkesh risale a circa cinquemila anni fa: la sua riscoperta e l’evoluzione degli scavi archeologici hanno aiutato le popolazioni locali a riprendere coscienza della propria identità, resistere alla paura della guerra civile e del terrorismo islamico, recuperare l’unità e superare le divisioni, diventando terreno di coltura anche per nuove attività economiche. I coniugi Buccellati sono affezionati alla Valdossola: spesso vengono dalle nostre parti e, per sostenere il progetto della riscoperta di Urkesh, hanno promosso la creazione di AVASA, "Associazione per la Valorizzazione dell’Archeologia e della Storia Antica" (http://www.avasa.it/ ), che ha sede a Baceno ed annovera fra i suoi responsabili alcuni Ossolani: l’ex sindaco del centro antigoriano Rodolfo Signorini, Giuseppe Gallacci, Laura Sartor e, come collaboratore per il supporto informatico, Bernando Forni. Tra i soggetti che hanno contribuito alla nascita di AVASA figurano il Centro Servizi per il Territorio di Domodossola e un’impresa storica territorio ossolano, la Fratelli Poscio. Il compositore ossolano Enzo Sartori, anch’egli amico di Buccellati, ha realizzato nel 2014 "Urkesh Suite", un album dedicato alla Siria. Le immagini di alcuni dei pannelli della mostra, gentilmente forniteci da Giorgio Buccellati, ritraggono un collegamento via Skype tra le due scuole, il sito archeologico di Urkesh, alcune lettere scambiate fra gli studenti italiani e siriani e il titolo della mostra in Inglese.

Mauro Zuccari