1

admo omegna 19 mix

OMEGNA- 19-06-2019- La sezione Cusio Verbano di Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo) ringrazia gli amici di Ablo che anche quest'anno hanno riservato uno spazio importante alla sezione intitolata a “Tiziano Beltrami”!

“La nostra presenza agli Street Games è stata più di "rappresentanza" che operativa, ma non per questo meno significativa. - spiegano i responsabili di Admo – Durante diversi momenti di svago, sport e musica abbiamo avuto l’occasione di parlare di noi e della nostra attività, ma più che altro abbiamo avuto modo di estendere l’invito a riflettere sull’importanza di mettersi a disposizione come potenziali donatori. Le probabilità di trovare un donatore compatibile è di uno a centomila e per questa ragione, più siamo più c’è speranza di salavare una vita!

A volte siamo portati a credere che certe situazioni sono lontane dalla nostra realtà; poi ti accorgi e ti rendi conto che potrebbe accadere a chiunque. Negli stessi giorni degli Street Games i mass media sono tornati ad occuparsi di certe patologie perché un personaggio importante e conosciuto come Sinisa Mihailovic ha deciso di raccontare la sua vicenda; ci sono tante storie simili alla sua che coinvolgono persone e famiglie per nulla note alla ribalta ma che combattono la stessa battaglia. Una battaglia che Admo vuole sostenere attraverso la costante ricerca di donatori.

Siamo contenti di aver partecipato a questo evento che Ablo sta facendo crescere rendendolo uno degli appuntamenti più attesi dell’anno; e siamo felici che abbia sempre avuto un occhio di riguardo per il sociale. E’ un vero piacere condiviere il palco con un altro bellissimo progetto locale e quindi con il progetto CreVi che si propone di favorire l’inclusione di bambini autistici in esperienze che vorrebbero e dovrebbero vivere insieme atuuti gli altri bambini con pari dignità. La fantasia, il talento e le fantastiche magliette della piccola Vittoria, potranno fare grandi cose!

La serata di sabato con il lancio dei palloncini è stata molto emozionante, siamo saliti tutti sul palco e Roberta Venturini ha spiegato l'importanza di diventare potenziali donatori e quanto siano semplici i passi dare fare. Ci ha raggiunti anche Luca Finotello giovanissimo donatore effettivo. E infine Alessio Smorgoni altro donatore effettivo di Omegna, che ha concluso il nostro intervento sul palco prima del lancio dei palloncini con una bellissima frase che racchiude tutto e che potrebbe aiuatre i giovani ancora indecisi: "Non è importante sapere per chi lo faccio; ma so perché! Perchè una vita vale di più di ogni timore...".