jacobelli

TORINO – 17.09.2019 – È il generale Aldo Iacobelli

il nuovo comandante della Legione carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta. Stamane nella caserma Bergia s’è tenuta la cerimonia di avvicendamento con l’uscente, il generale Mariano Mossa. Una cerimonia particolarmente emozionante perché, tra gli invitati, c’era la torinese Laura Spadafora, la donna che nel 2000, allora quindicenne, fu rapita e tenuta nascosta in un appartamento torinese venti giorni prima che i carabinieri, allora comandati proprio da Iacobelli, la liberassero. Da allora sono trascorsi diciannove anni ma il legame con quella ragazza è rimasto saldo nel tempo, celebrato oggi davanti a tutti non senza commozione.

Cinquantasei anni, originario di Salerno, Iacobelli torna in Piemonte dopo quasi vent’anni. Ha diretto il Nucleo investigativo e il Reparto operativo del comando provinciale dal 1994 al 2000, prima di prendere altre strade professionali che ne hanno lanciato la carriera, a iniziare dal comando del Racis (Raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche). Laureato in Scienze della sicurezza esterna ed interna, è autore di saggi e pubblicazioni ed è stato docente alle università di Bari e alla Cattolica de Salta di Buenos Aires, oltre che nella scuola di perfezionamento delle forze di polizia e all’istituto superiore di tecniche investigative dell’Arma a Velletri.