1

toghe avv

VERBANIA – 21.10.2019 – Cinque giorni di astensione

per protestare contro la riforma della prescrizione. È iniziata oggi la settimana di sciopero proclamata dall'Unione delle camere penali. Sino a venerdì i penalisti “incroceranno le toghe” con l'intento di sollecitare il governo a rivedere gli effetti della cosiddetta legge spazza-corrotti che, dal 1° gennaio del 2020, farà entrare in vigore una modifica tutt'altro che marginale nella definizione dei procedimenti penali. La prescrizione, cioè il termine massimo dalla commissione del reato entro il quale si deve concludere il processo -pena il non doversi procedere- sarà sospeso al termine della sentenza di primo grado. Si azzererà cioè il rischio, che in Piemonte è alto dati i tempi della Corte d'Appello di Torino, che la giustizia-lumaca eviti di accertare la responsabilità degli imputati. Gli avvocati ritengono che, se da un lato è giusto individuare riforme che evitino la fine dei processi per prescrizione, dall'altro non si può tenere sine die sotto la spada di Damocle di un procedimento penale un cittadino per colpa della burocrazia.