1

r d c

VERBANIA – 21.01.2020 – Sono 1.403

i nuclei familiari, per 2.613 persone coinvolte, che nel Vco beneficiano del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza. Il dato, aggiornato al 7 gennaio, è stato diffuso ieri dall’osservatorio sul reddito di cittadinanza istituito dall’Inps. Su quasi 1,1 milioni di prestazioni erogate in tutta Italia (1,6 milioni le domande presentate), il Piemonte è la settima regione per numero di pratiche. Le sue 62.010 (97.040 richieste, di cui 27.896 respinte o cancellate, 3.333 decadute e 7.134 in lavorazione) sono inferiori, in termini assoluti, senza contare la popolazione, solo a quelle di Campania (210.821, il 19,2% del totale), Sicilia (189.921, 17,3%), Puglia (101.106, 9,2%), Lazio (97.389, 8,9%), Lombardia (93.074, 8,5%) e Calabria (73.158, 6,7%).

Dando uno sguardo al Vco, su 2.335 pratiche ne sono state concluse positivamente 1.501, cioè il 64,28%. Quelle respinte sono state 698, quelle per cui è stata dichiarata la decadenza sono 98, mentre 136 risultano in lavorazione.

Analizzando il dato sotto il profilo del nucleo familiare ed esaminando il tipo di reddito percepito dallo Stato, balza all’occhio come le cifre erogate nella Provincia Azzurra siano le più basse del Piemonte. Ai 1.137 nuclei familiari (2.319 persone) che beneficiano del reddito di cittadinanza va una media di 468, 08 euro al mese contro una media regionale di 502,1 (531,73 quella nazionale). Alle 266 famiglie (299 persone) che godono della pensione di cittadinanza vanno di media 204,31 euro, poco più dei 202,85 euro di Vercelli, sotto la media regionale (210,37) e nazionale (222,31).