1

tunnel mopscia

ASCONA – 21.01.2020 – La lezione, ancora una volta,

viene dal Canton Ticino. Mentre in Italia il dibattito sulla viabilità si concentra su come ridurre i disagi dei cantieri, oltreconfine si lavora al superamento degli ostacoli. Ieri il Gran consiglio ha votato quasi all’unanimità lo stanziamento di 3,5 milioni di franchi per la progettazione della galleria Moscia-Acapulco, sulla strada cantonale Brissago-Ascona. Lungo 1,5 km, largo 9,5 metri, il tunnel a canna unica costerà 95 milioni. Una volta realizzato pensionerà la litoranea, declassata alla viabilità locale con un percorso ciclopedonale. I motivi di quest’opera sono principalmente due: l’attuale strada è inadeguata e poco sicura. Inadeguata perché tortuosa, non adatta agli attuali volumi di traffico e, per adeguarla, servirebbero molti soldi. Poco sicura perché tra il 1994 a oggi è stata oggetto di quattro episodi di caduta sassi di una certa rilevanza, pur senza causando feriti o morti. Queste condizioni, oggettivamente -forse anche più forti- valgono per la statale 34 tra Ghiffa e Cannobio. Ma, in Italia, da anni si parla, si promette, si fanno proclami quando capitano le disgrazie ma poi, in sostanza, succede poco o nulla. E, soprattutto, non si agisce mai prima ma sempre dopo.