1

asfalti

VERBANIA – 27.01.2020 – Interessa undici vie

che verranno “rattoppate” a tratti il piano asfalti 2020 del comune di Verbania, che la giunta ha approvato venerdì con uno stanziamento di 200.000 euro. I lavori di manutenzione inizieranno in primavera, con il rialzo delle temperature e coinvolgeranno, tra le arterie di maggior traffico, solo due punti della statale 34 del Lago Maggiore nel tratto di competenza del comune di Verbania: a Fondotoce in località Costa Azzurra e nella parte di corso Mameli per la quale s’erano lamentati i frontalieri nelle scorse settimane. Poche decine di metri anche in viale Azari, lungo l’argine del San Bernardino a Intra, e all’ingresso nord di Verbania, dalla provinciale Fondotoce-Trobaso.

Questo l’elenco completo degli interventi: via XXIV Maggio (da viale San Giuseppe al civico 25), Via Brigata Val Grande Martire (dalla rotonda del Plusc a via XXIV Maggio), corso Mameli (tra il ponte sul San Giovanni fino a corso Cobianchi), via Rosmini davanti al multipiano, largo Tonolli sino a via Castelli, via Zara (tra corso Europa e via Pola), viale Azari (da via Tozzi alla rotonda del tribunale), via De Notaris (dalla rotonda per Unchio a piazza Parri e un tratto a salire verso Unchio), via Sasso di Pala all’incrocio con vicolo San Pietro, Via Mapelli/via alla Pastura, via Troubetzkoy – statale 34 nel tratto della Costa Azzurra.

"Oltre agli interventi previsti nel piano asfalti - afferma l'assessore ai lavori pubblici Nicolò Scalfi - per garantire una migliore e più adeguata manutenzione delle strade cittadine, stiamo richiedendo agli enti esterni al Comune puntuali programmi di asfaltatura, per la sistemazione definitiva degli interventi di ripristino sulle opere da loro effettuate, per risolvere situazioni rimaste in sospeso, in particolare per la posa della fibra ottica. Inoltre, come Amministrazione stiamo valutando con la Provincia di intervenire sulla strada provinciale (situata nel nostro comune) tra Fondotoce e Mergozzo. Il tratto risulta seriamente compromesso e il Comune, se non avrà un quadro di interventi risolutivo da parte della Provincia, dovrà coordinarsi per garantire un intervento che metta in sicurezza la strada".