1

tendone dea vb

TORINO – 23-02-2020 -- Anche il Piemonte

chiude scuole e università. La conferma che non ci saranno lezioni almeno sino al 2 marzo in tutte le scuole di ogni ordine e grado è arrivata nel pomeriggio con una nota stampa della Regione, al termine di una riunione straordinaria tenuta alla presenza del prefetto di Torino, del governatore e degli assessori a Sanità e Sicurezza. Tre le decisioni che nelle prossime ore verranno messe nero su bianco con appositi provvedimenti. La prima è, appunto, lo stop alle lezioni da domani e per una settimana per tutte le scuole, comprese le agenzie formative. La seconda è la sospensione di “eventi e manifestazioni di ogni genere, all’aperto e al chiuso, che prevedano l’assembramento di persone”. La terza è la creazione di un cordone sanitario attorno a tutti i pronto soccorso e Dea del Piemonte. Agli ingressi verrà approntato un tendone (a Domo e Verbania già operativo) dal quale tutti i pazienti passeranno per la rilevazione della temperatura corporea. Entreranno solo coloro che non hanno la febbre. Gli altri saranno dirottati, per accertamenti, in altri reparti. Questa misura, oltre a contenere il contagio, è studiata per tutelare gli operatori sanitari.

Intanto salgono a 6 i casi di positività al Covid-19 in Piemonte. Oltre al primo paziente, ricoverato ieri all’Amedeo di Savoia di Torino, ci sono altri due torinesi. Ulteriori tre contagiati sono a Cuneo. Si tratta di cittadini di nazionalità cinese.