1

lago maggiore

PIEMONTE - 03-06-2020 -- Si apre oggi,

mercoledì 3 giugno, la stagione balneare in Piemonte: terminerà, come di consueto, il 30 settembre.


Il ritardo nell’inizio della stagione balneare, normalmente previsto il 15 maggio di ogni anno è stato determinato dalle misure restrittive preventive previste a livello nazionale e regionale legate all’emergenza sanitaria COVID 19.
Come reso noto da Arpa, la rete delle acque di balneazione, sottoposta a revisione a partire dalla stagione 2019, è stata confermata anche per l’anno 2020 ed è costituita da 78 acque di balneazione situate su sette laghi naturali (Lago Maggiore, Lago d'Orta, Lago di Mergozzo, Lago Viverone, Lago di Avigliana Grande, Lago Sirio, Lago Candia) e due corsi d’acqua (Torrenti Cannobino e San Bernardino). Nel corso della stagione balneare 2020 è nuovamente sottoposta a monitoraggio la zona Area Attuale Sede Canottieri sul lago d’Orta in Comune di Omegna al termine dei lavori di ripristino svolti nel corso del 2019.


Due delle zone monitorate sul Lago di Candia al termine della stagione balneare 2019 hanno confermato la classificazione in stato scarso sulla base dei dati dei monitoraggi degli ultimi quattro anni (2016-2019), a seguito della contaminazione microbiologica nel corso della stagione balneare 2017. Le zone risultano utilizzabili ai fini balneari grazie alle misure di gestione attivate a partire dalla stagione balneare 2018 per il controllo delle fonti della contaminazione microbiologica.


Nel corso della stagione balneare 2020 sarà inoltre condotto, come nei precedenti anni, un monitoraggio dei cianobatteri al fine di prevenire eventuali rischi per la salute dei bagnanti sui laghi Maggiore, Sirio, Candia, Viverone e Avigliana Grande.

Al termine della stagione 2019, il 98% delle acque di balneazione piemontesi ha conseguito l’obiettivo previsto dalla Direttiva Europea 2006/7/CE, che prescriveva per tutte le acque di balneazione il conseguimento della classe “sufficiente” entro la fine della stagione balneare 2015.


L’inizio della stagione balneare coincide con la ripresa della pubblicazione del bollettino delle acque di balneazione sul sito di Arpa che prevede l’aggiornamento dei dati analitici relativi sia alla componente microbiologica che a quella cianobatterica.