1

Schermata 2020 06 05 alle 08.54.06

DOMODOSSOLA-5-6-2020-- Da circa due anni un legame

del tutto particolare è nato fra Domodossola e la Siria. Più precisamente, fra alcuni studenti della Scuola Media Statale “Floreanini” e i loro coetanei di Qamishli, cittadina siriana vicina a un importante sito archeologico del Paese. A lanciare questo ponte è stato Giorgio Buccellati, archeologo di fama mondiale molto legato alla Valdossola: insieme alla moglie Marilyn Kelly ha guidato gli scavi che hanno riportato alla luce, nella località siriana di Tell Mozan, l’antichissima città di Urkesh, fondata dagli Hurriti e dimenticata da più di tremila anni.

Oggi il progetto educativo e culturale voluto da Buccellati è stato selezionato tra i sei finalisti della prima edizione di un concorso di livello europeo: i Premi Speciali Ilucidare.  Il progetto si intitola “Archeologia per un futuro giovane”; è promosso dall’Associazione per la Valorizzazione dell'Archeologia e della Storia Antica (Avasa), creata dai coniugi Buccellati, con sede a Baceno. Si propone di stimolare gli studenti delle scuole italiane e siriane a scoprire la propria storia locale attraverso l’archeologia ed a scambiarsi virtualmente le proprie storie.

Fra Domodossola e Qamishli, infatti, si è sviluppato un rapporto via Skype che ha portato ad uno scambio di prodotti culturali; quattro brani dedicati alla Siria, composti dagli studenti della media a indirizzo musicale ossolana e il video di un concerto allestito dagli studenti siriani in mezzo agli scavi archeologici di Urkesh. Un rapporto iniziato nell’anno scolastico 2017 – 18 e tuttora in corso, con nuovi gruppi di studenti. Il progetto si avvale del sostegno finanziario di Fondazione Famiglia Steinmetz e Fondazione Cariplo.

L’eco di questa bella esperienza è arrivato al Meeting di Rimini di due anni fa e al Museo Nazionale siriano di Damasco, attraverso una mostra sugli scavi di Tell Mozan curata dai coniugi Buccellati, dalla direttrice di Avasa Stefania Ermidoro e dalla giovane  studiosa siriana Yasmine Mahmoud (http://www.ossola24.it/index.php/17116-siria-riapre-il-museo-nazionale-presente-un-pezzetto-d-ossola ). “Ilucidare” è un progetto finanziato dall’Unione Europea che promuove il patrimonio culturale come risorsa di innovazione e di cooperazione internazionale.  Europa Nostra è un movimento di cittadini che ha lo scopo di proteggere e celebrare il patrimonio culturale e naturale del Vecchio Continente.

I Premi Speciali Ilucidare sono sostenuti dal programma di ricerca e innovazione “Horizon 2020” e dal Programma “Europa Creativa” dell'Unione Europea per la cultura e i settori audiovisivi; quest’ultimo sostiene gli European Heritage Awards / Europa Nostra Awards.  Gli altri progetti finalisti coinvolgono Francia, Portogallo, Spagna, Regno Unito, Polonia, Paesi Bassi, Estonia.  

 

Mauro Zuccari