1

s f noseda

STRESA – 30-06-2020 -- Ventidue date per ventiquattro concerti.

Nonostante il Covid-19 lo Stresa festival non rinuncia alla sua rassegna estiva (la numero 59), che scalda i motori in vista della prima parte. Midsummer concerts è il nome sotto il quale ricadono gli spettacoli di luglio, tutti ospitati all’aperto sul lungolago nei pressi della Palazzola (al Palacongressi in caso di maltempo) e dedicati al jazz. S’inizia sabato 18 con l’omaggio al regista Federico Fellini nel Fellinijazz. L’indomani spazio al Franco D’Andrea Octet in Intervals. Dreamers free flow è il titolo dello show del 20. Dopo un giorno di pausa, si andrà dritti filati sino al termine con un evento al giorno: Jazzrausch Bigband in Beethoven's Breakdown, Francesca Gaza in Lilac for people, Tosca in Direzione Morabeza. Particolari sono i “Suoni mobili a Stresa” di sabato 25; la musica sarà itinerante per le vide della città.

Nel cartellone approntato dal direttore artistico Gianandrea Noseda, tra agosto e settembre va in scena “La gioia dell’incontro”, omaggio a Ludwig Von Beethoven, del quale ricorre il 250° della nascita. Il 20 agosto al Palacongressi il Maestro dirigerà l’European union youth orchestra che,con Beatrice Rana solista al pianoforte, proporrà un’opera di Beethoven e una di Franz Schubert. Il programma è serrato con un concerto ogni giorno (salvo due date) sino al 5 settembre. Tutti i concerti si tengono al Palacongressi tranne una al Regina Palace. La capienza del palazzo è ridotta a 200 persone. Per gli eventi all’aperto è obbligatoria la mascherina. Si consiglia di prenotare prima e on-line. Info su www.stresafestival.eu.