1

ferrsot

ORNAVASSO - 09-07-2020 – “Chiederemo il sottopasso”.

Due incidenti ferroviari in meno di sette anni sono un record per nulla invidiabile, che il sindaco di Ornavasso Filippo Cigala Fulgosi coglie come un segnale allarmante, al quale va data risposta. “Il problema delle intersezioni con i binari esiste – dichiara –. I due episodi, accaduti a ciascuno dei due passaggi a livello della città, ce lo confermano. È necessario intervenire e, ora che sono state completate le arginature del Toce ed è stato rimosso ogni rischio alluvionale, il sottopasso è tecnicamente fattibile. Lo chiederò a Rfi”.

Il punto cui fa riferimento il primo cittadino è proprio quello in cui oggi il treno ha travolto un camion. L’incrocio si trova nella parte sud di Ornavasso, tra l’ex statale 33 e la zona industriale. In quel tratto di pianura i binari corrono già a un paio di metri di altezza rispetto al piano di campagna. Si tratterebbe di scavarvi sotto e di ricavare un passaggio protetto, come accaduto, tra gli anni Novanta e i Duemila, a Villadossola (a fianco della Coop) e all’ingresso di Domo (davanti alla Compagnia dei carabinieri), dove il problema -oltre alla sicurezza- era il traffico.

Del resto la morfologia di Ornavasso non lascia molte alternative. La linea Domo-Novara scorre a ridosso del centro storico, oltre il quale negli anni sono state costruite villette, palazzine, capannoni (un’intera zona industriale) e anche il centro sportivo. Quotidianamente sono numerosi i veicoli che transitano dai due passaggi a livello.