1

piazza mercato notte via briona

DOMODOSSOLA- 11-07-2020-- "Dove ci sono ordine e decoro c'è la Lega, a dove c'è la Lega ci sono l'ordine e il decoro". Lo spiega Mario Bentivoglio, responsabile operativo della Lega Domodossola, in un comunicato: "I giovani Domesi (e anche i meno giovani) hanno il diritto di divertirsi, ma hanno anche il dovere di rispettare sia il patrimonio pubblico che privato, quanto le più semplici regole di buon comportamento. Nessun esercente verrà penalizzato da queste nuove disposizioni, anzi, si ritroverà con un'ora in più di servizio potendo abbassare la saracinesca alle 02.00 anziché alla 01.00.

Le limitazioni nella vendita delle bevande da asporto e nell'uso dei contenitori di vetro in determinati orari, andranno a beneficio della maggior parte degli esercizi (dove si sono sempre rispettate le regole ed il buonsenso), a discapito di qualche attività "meno attenta". Ricordiamo con orgoglio che Riccardo Galvani, ultimo sindaco leghista (subentrò allo stimatissimo Michele Marinello dopo la sua elezione in Regione), fu tra i primi a dover affrontare seriamente il problema della movida, proprio grazie al buon lavoro della sua giunta che contribuì in modo decisivo alla rinascita del centro storico Domese.

Sarebbe molto più desolante combattere la mancanza dei visitatori anziché contenerne gli entusiasmi, quindi siamo sulla strada giusta, quella strada voluta e disegnata dalla stessa Lega oltre dieci anni fa. Auspichiamo che le forze dell'ordine si adoperino nel migliore dei modi come loro consuetudine, imponendo il rispetto delle regole con il massimo buonsenso. No a sanzioni e pesanti punizioni, sarebbero deleterie nella maggior parte dei casi. Si a controllo e prevenzione, usando tutti i mezzi e l'esperienza possibile. I giovani domesi hanno una marcia in più, ne siamo certi, e sapranno fare la loro parte in questo percorso (ci auguriamo irreversibile) di costante e crescente miglioramento della nostra città e della qualità della vita che essa è in grado di offrirci. Saranno loro stessi a beneficiarne più di tutti, ed è giusto che non stiano fermi a guardare".