1

Schermata 2020 08 03 alle 14.29.03

PREMOSELLO- 03-08-2020-- Il sindaco di Premosello

Giuseppe Monti ha inviato una lettera di reclamo che ho inviato a Con.Ser.Vco, in merito, alla gestione della raccolta porta a porta in Comune di Premosello Chiovenda: "Continuiamo a ricevere lamentele, anche attraverso a post sui social di cittadini esasperati per come avviene la raccolta ormai da settimane sul territorio del Comune di Premosello-Chiovenda- spiega Monti- parrebbe che gli operatori abbiano ricevuto direttive molto severe sul metodo da utilizzare per la raccolta, dai loro responsabili, che prevede Tolleranza zero.

 Ora, pur non essendo del mestiere, vorrei ricordare a queste persone che prima di tutto sono dipendenti di una azienda pubblica, pagati dai Comuni e pertanto da tutti i cittadini, che non sono stati investiti da nessun compito educativo ne formativo verso i cittadini di Premosello e che pertanto sono tenuti a collaborare sia con il Comune di Premosello-Chiovenda e principalmente, con i cittadini anche se talvolta in modo del tutto involontario commettono degli errori, come peraltro vengono commessi dagli stessi operatori.

 Pertanto non e’ accettabile che se un cittadino mette del verde in mastelli di plastica , questo non viene raccolto, l’operatore se vede questa anomalia deve segnalarla o direttamente al cittadino se lo incontra magari sull’uscio di casa o all’ufficio tecnico del Comune.

 Non tolleriamo “punizioni” da parte dei dipendenti di Con.Ser.Vco verso i nostri cittadini che prevedono la non raccolta dei materiali, ne tantomeno accetteremo iniziative univoche che andranno a determinare disagi ai nostri concittadini.

 Nessuno e’ perfetto, pertanto evitiamo di iniziare una contrapposizione tra un Comune e una Azienda pubblica dove il Comune e’ socio, noi chiediamo che i servizi vengano effettuati al meglio, che si venga incontro ai cittadini, talvolta anziani, che pagano le bollette della Tari anche in momenti economicamente difficili, ben consapevoli sia di come taluni cittadini interpretano la raccolta porta a porta, ma altresi’ consapevoli di come certi operatori interpretanoil lavoro a lavoro assegnato.

 In mattinata ho avuto una telefonata molto cordiale con il Direttore di Con.Ser.Vco a cui ho esternato alcune mie considerazioni, rammentandole anche i ruoli che ognuno ha, auspicando una soluzione urgente alle problematiche sollevate nell’interesse dei miei concittadini. I cittadini pagano la Tari, il Comune con i soldi incassati paga Con.Ser.Vco., pertanto noi siamo i clienti e loro devono effettuare un servizio per noiI, non accettiamo che siano loro a rimproverare i cittadini, ne tantomeno che scattino fotografie o  effettuano indagini di qualsiasi tipo senza il nostro consenso e senza essere accompagnati dalla Polizia Locale. Qualora continuassero questi disagi, il Comune di Premosello-Chiovenda è pronto a sospendere i pagamenti a Con.Ser.Vco al fine di tutelare i propri interessi".