1

 mask open

BELLINZONA - 26-10-2020 -- Mascherina obbligatoria anche all’aperto.

È, questa, una delle misure che il Ticino ha varato per contenere il dilagare dell’epidemia di Covid-19, la cui seconda ondata inizia a mordere anche oltreconfine. Il virus avanza in Ticino, dove è salito a 80 unità il numero di pazienti ricoverati, di cui sei intubati in Rianimazione. Quindici malati sono entrati in ospedale solo nelle ultime 24 ore, consolidando un trend di crescita che preoccupa per la possibilità che il sistema sanitario si saturi e diventi impossibile ricoverare tutti.

Il bilancio epidemiologico e le azioni introdotte per contenere il diffondersi del Covid-19 sono stati illustrati oggi nell’incontro con la stampa che il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi, il direttore del Dipartimento della sanità e della socialità Raffaele De Rosa, e il medico cantonale Giorgio Merlani hanno tenuto a Bellinzona.

Il Ticino, anticipando quando probabilmente deciderà il governo federale mercoledì, introduce da domani la mascherina obbligatoria all’aperto e dove non si può avere distanziamento, come in Italia. Da mercoledì e sino a tutto novembre stop agli sport amatoriali di contatto (tranne quelli dei bambini) e alle riunioni con più di 15 persone. Al ristorante si mangerà solo seduti, su tavoli al massimo di 4 persone, distanziati gli uni dagli altri almeno un metro e mezzo.