1

covid coronavirus test termometro

MEINA – 27-10-2020 -- Il sindaco di Meina,

Fabrizio Barbieri, ha reso noto gli ultimi dati fornitigli dalla direzione della Casa di Riposo "Ratti Onlus" circa la situazione del focolaio.

“La buona notizia – sottolinea Barbieri – è che gli ospiti in isolamento non manifestano sintomi importanti e stanno bene”.

Questo ciò che dunque scrivono dalla Casa di Riposo: “Dall’inizio del focolaio Covid-19, manifestato nella struttura scrivente vogliamo portare alla vostra conoscenza la situazione ad oggi, rilevando le criticità assolute. Situazione ospiti: su 47 ospiti iniziali in struttura ad oggi positivi 46 di cui: 11 ospedalizzati, 4 inviati c/o reparto Covid Istituto Maugeri di Veruno, 2 inviati c/o reparto Covid Istituto Eremo di Miazzina. Presenti in struttura 29 ospiti positivi e 1 negativa. Situazione personale; su un organico di 4 infermieri professionali: 2 positivi e 2 isolamento fiduciario. Su un organico di 17 OSS: 11 positivi e 1 isolamento fiduciario. Su un organico di 7 servizi generali (pulizie/lavanderia/cucina): 3 positivi e 4 negativi. Su un organico di 4 ufficio amministrativo: 3 negativi e 1 in malattia. Il Direttore di struttura Il Direttore Sanitario Marilena Barcellini – dott. Federico Campiotti”.

Barbieri quindi conclude: “Per quanto riguarda il contagio nel nostro Comune, i dati ufficiali pubblicati sulla piattaforma Covid 19 Piemonte (area riservata ai sindaci), indicano fra i residenti 14 persone in quarantena di cui 4 positivi. Gli attualmente positivi residenti sono in totale 19, di cui 4 come già detto in quarantena ed i rimanenti ricoverati in strutture ospedaliere e in case di cura. Questi sono i dati ufficiali trasmessi dal servizio sanitario, ai quali i sindaci devono attenersi nella gestione territoriale della pandemia. La presa in carico del paziente verso il sistema sanitario regionale avviene attraverso l'informazione del cittadino al proprio medico curante, e risultano sulla piattaforma Covid 19 Piemonte solo dopo essere stati trattati dallo stesso servizio preposto”.

Andrea Paleari