1

pizzi schermo online

DOMODOSSOLA - 01-12-2020-- Con i 10 voti della maggioranza, quello contrario del Movimento 5 Stelle e l’astensione dei consiglieri Bottaro e Rapetti è stato approvato il il bilancio di previsione dell’Azienda Speciale Farmacia Comunale che pareggia intorno al milione di euro con i costi sociali che scendono dai 290 mila dello scorso anno ai 227 mila di questo bilancio. Ma la discussione si è impegnata sulle future scelte che l’amministrazione comunale dovrà prendere sulla farmacia e sui servizi che il comune ha dato in gestione. Entro fine anno l’amministrazione farà una delibera d’indirizzo. “Si tratta di un servizio commerciale che non fa parte della natura, dell’azione amministrativa del comune  - ha detto il sindaco Pizzi - e non è diminuendo l’affitto che si risolvono questi problemi. Si tratta di una situazione che i revisori dei conti ci evidenziano da anni”.

Contrario a continuare con questa situazione anche Claudio Rapetti Lombardo, che ha ribadito che aveva un senso avere la farmacia comunale negli anni '70 e non certo ora. “Un fatturato in costante diminuzione dal 2016 ad oggi con la perdita di 10 mila euro - ha detto il consigliere comunale  - con una perdita d’incassi anche durante l’emergenza Covid. Io no so perché la gente non va alla farmacia comunale, ma certo con queste base non ha senso di esistere”.