1

WhatsApp Image 2020 12 02 at 09.29.23

MASERA -02-12-2020- Crescono a Masera le lamentele per i disagi legati alle lungaggini nell'esecuzione dell'opera di potenziamento e rinnovo delle tubazioni del gas metano.
I lavori, iniziati il 9 agosto scorso, e che coinvolgono gran parte della via Provinciale, dal confine col limitrofo comune di Montecrestese fino alla chiesa di San Martino all' imbocco opposto del paese, vedrebbero impiegati appena due operai. Una forza lavoro esigua se si considera che, a fronte di un'autorizzazione comunale valida fino al 31/12/2020, si è appena ad un terzo dell'opera prevista, sono già trascorsi quattro mesi dall'avvio e con l'arrivo dell'inverno per ovvie ragioni le cose non possono che peggiorare.
Comprensibili i disagi alla viabilità, con semafori provvisori che alternando la circolazione obbligano i transitanti a soste prolungate. Ma sono soprattutto le emissioni rumorose dei mezzi di cantiere, ingiustificate se prolungate per molto tempo, e le polveri che a causa del materiale movimentato si depositano sui balconi delle abitazioni prospicienti via Provinciale, a seccare maggiormente.
La cittadinanza si domanda per quanto si protrarranno ancora i lavori ma si presume, nella migliore delle ipotesi, potrebbero andare avanti per almeno otto mesi ancora. Dal canto suo l'Amministrazione comunale ha già dovuto prorogare l'autorizzazione all'opera.
I residenti della tratta attorno al civico 98 della Provinciale fino al semaforo, che ad ora risentono maggiormente dei disagi, suggeriscono l'opportunità dell' aumento della forza lavoro.
Andrea Betlamini