1

Foto 1

TRONTANO - 05-08-2022 -- Sono stati individuati da militari della Stazione Carabinieri Forestale di Domodossola i responsabili dell’abbandono di rifiuti avvenuto in Comune di Trontano lungo la scarpata della strada che conduce verso la località Paiesco. Lo scarico dei rifiuti era stato osservato da un soggetto presente in loco il quale aveva prontamente contattato il Comando Stazione per segnalare l’accaduto. Giunti sul posto i militari hanno verificato l’abbandono di un’eterogena tipologia di rifiuti. Nello specifico sono stati individuati porte e pannelli in legno, piani cottura per cucine, materassi, neon, ventilatori, pneumatici fuori uso, lampade, tubi di plastica e mobili deteriorati. Il personale della Stazione di Domodossola ha quindi acquisito i filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza dei Comuni limitrofi. E’ stato così possibile accertare dalle riproduzioni fornite dai Comuni di Santa Maria Maggiore e Masera come i rifiuti abbandonati fossero stati trasportati sul cassone aperto di un autocarro intestato ad una ditta edile avente sede in Comune di Santa Maria Maggiore. Tale veicolo tra l’altro non risultava autorizzato al trasporto dei rifiuti. Il titolare dell’impresa è stato così convocato in caserma dove ha dichiarato che i rifiuti derivavano dallo svuotamento di un deposito in uso alla ditta effettuato dal proprio padre. I due sono stati quindi deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati di abbandono di rifiuti e trasporto illecito di rifiuti. Ai medesimi sono stati inoltre imposti il recupero ed il corretto smaltimento dei rifiuti. L’asportazione del materiale è stata prontamente eseguita dai trasgressori i quali hanno proceduto a proprie spese al regolare trasporto e conferimento in discarica. Gli stessi, a seguito dell’avvenuto ripristino dello stato dei luoghi, sono stati ammessi al pagamento di una sanzione amministrative pari ad € 6.500 ai fini dell’estinzione del procedimento penale a loro carico.

Foto_4.JPGFoto_2.JPGFoto_6.JPGFoto_1.JPGFoto_3.JPGFoto_5.JPG