1

torr s bernardino

VERBANIA – 14.09.2017 – No alla nuova centralina idroelettrica

sul torrente San Bernardino. A dirlo, annunciando la nascita di un comitato spontaneo, sono cittadini e associazioni di Trobaso, dove potrebbe essere realizzato un impianto idroelettrico. La domanda, presentata da due privati, è stata depositata in Provincia già lo scorso marzo e prevede la realizzazione di un impianto cocleare, cioè una vite idraulica collocata in un canale di calcestruzzo inclinato che, allo scorrere dell’acqua, ruota producendo energia elettrica. La centralina del San Bernardino, che verrebbe collocata sulla sponda sinistra, all’altezza della Casa del popolo, ha una potenza dichiarata di 120 Kw. L’acqua, che incanalata effettuerà un salto di 3,5 metri, verrà prelevata dal torrente con una portata media di 3.471 litri al secondo e in esso subito rilasciata. Il progetto, che è depositato in Provincia, sta seguendo il suo iter autorizzativo.

“Solo di recente abbiamo appreso la notizia”, affermano gli oppositori alla centralina, decisi a proseguire “la salvaguardia e la valorizzazione del torrente” e a ribadire la “ferma intenzione di proteggere un tratto di fiume che fortunatamente detiene ancora una significativa valenza naturalistica”, seguendo quel “percorso storico che va avanti da decenni da parte di vari organismi associativi e degli abitanti del quartiere”. Un percorso che ha portato “la lotta per l’allontanamento di un’attività insalubre di vagliatura di inerti e di produzione di calcestruzzo posta sulle rive negli anni ‘70, il successivo e sofferto risanamento ambientale che ha portato alla realizzazione del parco La Gèra che è un vero e proprio polmone di sfogo per residenti e non, la proposta del Wwf del 1993 di costituire una Riserva Fluviale, la realizzazione della pista ciclabile, le annuali giornate ecologiche tese a mantenere pulite le sponde, l’approvazione di un ordine del giorno in Consiglio Comunale di realizzare un parco fluviale, la petizione popolare del 2008 corredata da 1077 firme di cittadini allo scopo di scongiurare la realizzazione di un’altra devastante centralina nel laghetto di Santino”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.