1

bus montagna

FALMENTA – 12.10.2017 – Ci vorranno almeno tre mesi

prima che riapra la strada provinciale della Val Cannobina interrotta da sabato dalla frana caduta a Ponte Falmenta. Se per le istituzioni provinciali, regionali e nazionali questo stop è visto come necessità di coordinare progettisti e operai, cantieri e imprese, per le comunità locali significa grandi disagi. Ieri mattina a Cannobio le famiglie dei quindici studenti di valle che, residenti a Cursolo Orasso e Gurro, devono fare i conti con la frana, si sono incontrate con le istituzioni per vagliare le soluzioni. Che, in parte dei casi, significano il temporaneo trasferimento. I quattro studenti delle superiori che frequentano gli istituti verbanesi scenderanno a valle, trovando ospitalità al di sotto della frana. I sei di Cursolo Orasso, invece, faranno il giro dalla Val Vigezzo, partendo con un pulmino speciale dalle 5,50 che, risalendo la Cannobina, scenda poi la Vigezzo sino a Domo, per garantire la coincidenza col treno per Fondotoce, seguito dal nuovo trasbordo in pullman sino al capoluogo. L’unico gurrese che va alle scuole medie si trasferirà a Santa Maria Maggiore e viaggerà con un pulmino messo a disposizione dall’Unione dei comuni. Le famiglie dei quattro alunni di Cursolo Orasso che frequentano elementari e medie a Cannobio hanno invece deciso di trasferirsi momentaneamente a Cannobio. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.