1

v banca 2017

TREVISO – 14.01.2018 – Veneto Banca potrebbe essere dichiarata fallita.

Toccherà a un giudice del tribunale di Treviso stabilire se, come chiesto formalmente dal sostituto procuratore della Repubblica trevigiano Massimo De Bortoli, l’istituto di Montebelluna era insolvente prima del “crac” della scorsa estate, della sua messa in liquidazione e della cessione di tutte le attività bancarie a Intesa San Paolo. L’istanza, sollecitata dagli avvocati degli azionisti “azzerati”, che hanno perso tutto il loro capitale con la messa in liquidazione, è al vaglio del tribunale e, se verrà accolta, aprirà nuovi scenari, anche per ciò che riguarda gli aspetti penali e i risarcimenti. L’insolvenza, secondo De Bortoli, si basa su un dato oggettivo: l’impossibilità di Veneto Banca, lo scorso 21 giugno, di rimborsare un bond subordinato decennale da 150 milioni. La settimana prima – il 17 – il governo, con un decreto legge d’urgenza molto criticato, aveva bloccato il rimborso. Pochi giorni dopo – il 25 – arriva la messa in liquidazione e scatta l’operazione che ha portato Montebelluna, insieme alla popolare di Vicenza, sotto l’ombrello di Intesa Sanpaolo.

A oggi sono circa 2.500 le querele ricevute dalla Procura di Treviso e firmate da soci che sostengono di essere stati ingannati sul reale stato di salute della banca o all’atto dell’acquisto delle azioni. I loro esposti hanno originato un’inchiesta, per il momento contro ignoti, per i reati di truffa e falso. Ma se dovesse essere dichiarata l’insolvenza, si andrebbe verso il fallimento, con i reati penali – ben più gravi e con prescrizioni lunghe – che ne derivano e con diverse modalità di gestione dei crediti. Tutta un’altra partita, insomma, che potrebbe aprire nuovi e inediti scenari. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.