1

altopiemonte 24 biella vercelli novara vco copia

PIEMONTE- 21-03-2019- E' il nostro 4°Compleanno!

Quattro anni fa, con l'arrivo della primavera, apriva Vco24.it con i giornali dedicati al Verbano, Cusio ed Ossola. Da quel giorno, con zero notizie, zero lettori, zero "mi piace" sui social, abbiamo intrapreso con entusiasmo il cammino che oggi ci ha portato a concludere la prima parte del nostro progetto editoriale con l’apertura dei giornali dedicati alle province di Biella e Vercelli, ed il portale altopiemonte24.it, dove convogliano tutte le notizie delle quattro province a nord del Piemonte. Parallelamente lo sbarco sui social con la pagina dedicata. Vi ringraziamo per il successo che ci concedete, siete sempre più numerosi e ci seguite più a lungo, ci permettete di essere, sempre e da anni ormai, i numeri uno anche per interazioni social, onorando con i vostri numeri il nostro lavoro anche sui portali annunci24.news, visitvco.it e sul giornale sportivo: sport24news.it

Da parte nostra, appassionati del lavoro che ci divertiamo a fare, rimane la promessa di essere ‘sempre sul pezzo’, 24 ore al giorno, tutti i giorni e tutto l’anno. L’offerta di notizie che vi proponiamo è sempre più aumentata in questi anni, siamo ormai sulle 60 notizie al giorno, in aumento sicuro con i nuovi giornali a Biella e Vercelli. Ad oggi pubblichiamo circa 20 mila notizie all’anno...!

Cerchiamo di non commettere errori, che purtroppo sono inevitabili per chi lavora, coniugando velocità, affidabilità e rispetto del lettore ma anche delle persone, dei casi di cui ci dobbiamo occupare, in collaborazione, dove è fin quando è possibile, con enti, istituzioni e forze dell'ordine.

Cerchiamo la verità in questi tempi in cui anche le ‘fake news’ sono una ‘fake news’ che fa il gioco di qualcuno, magari dei grandi vecchi editori...

Dai tempi del commissionamento a Virgilio dell’Eneide alle ‘armi di distruzione di massa’, alibi per la partecipazione alla seconda guerra del Golfo, ce ne sono di considerazioni da fare sui legami tra sovvenzioni statali, editoria, potere, falsa informazione... e quali siano le fake news, e perché adesso vada di moda parlarne. (Poi ci sono anche le bufale on line ed i boccaloni che ci cascano, ma questa è tutta un’altra cosa, un altro livello di notizia, e di finalità).

Precisiamo che noi non guadagniamo ad ogni ‘click’, come a volte alcuni pensano e scrivono, ma solo, per ora, dalla pubblicità. E quindi ringraziamo i nostri inserzionisti, alcuni fedeli clienti sin da quando abbiamo iniziato, che capiscono che la nostra composita vetrina giornalistica, visitata da oltre 50 mila persone uniche al giorno per quasi 100 mila volte, è un ineguagliabile ed imbattuto mezzo di informazione pubblicitario.

Ci spaventa il basso livello a cui, a volte, scendono le ‘discussioni’ alle notizie postate sui social, con persone ignoranti e frustrate che sfogano le loro insicurezze e paure con la cattiveria, anziché approfittare della vetrina mediatica per fare considerazioni utili, intelligenti, propositive.

O perlomeno divertenti...!

Abbiamo attivato tutti i filtri possibili per censurare insulti o discriminazioni sulle nostre pagine social, ed abbiamo scelto sin dal primo giorno di non intervenire mai nei commenti (foss’anche che non abbiamo il tempo per farlo, e poi di replicare, e poi ancora di controreplicare...uff...).

Sinora, a volte a fatica, lo ammettiamo, siamo anche riusciti a trattenerci dal denunciare qualcuno per gli attacchi alla nostra professionalità ed al giornale.

Ma non lo garantiamo per sempre...

Per il futuro vi preannunciamo grandi novità. Non ve ne sveliamo neanche una oggi, ma non tarderanno ad arrivare, e sarà l’alba di una nuova comunicazione...