1

magra verbano settembre 201605

VERBANIA – 21.03.2019 – I deflussi e le derivazioni

sono stati ridotti, ma il Lago Maggiore continua a calare. Con 27,1 centimetri (il dato è di stamane) al di sotto dello zero idrometrico stabilito al punto di misurazione di Sesto Calende, il Verbano è già in magra da più di un mese. Una magra marcata, ben inferiore alla media stagionale e che tende ad avvicinarsi ai minimi storici. Una magra dovuta all’inverno siccitoso e alle pochissime precipitazioni, che solo parzialmente sono mitigate dalla riduzione dei deflussi. I numeri del 201 sono eloquenti. Nel mese di gennaio il lago ha accolto 488,9 milioni di metri cubi d’acqua, 153,8 i meno dell’anno precedente. A febbraio 285,3 contro 388,1 (-102,8) e, in questa finestra di marzo, 121,5 al cospetto di 191,6 (-70,1). Alla vigilia della primavera, contando anche la poca neve caduta in quota durante l’inverno, la situazione inizia a essere preoccupante.