1

camcom

BAVENO - 22.03.2019 - Nel Vco un quarto delle imprese

non trova il candidato che cerca. In inglese si chiama “mismatch”. In pratica è il fenomeno, crescente, del mancato incontro tra un datore di lavoro che necessita di una figura professionale e la persona che possiede quelle caratteristiche richieste. Nel 2017 la difficoltà delle imprese a trovare il candidato più idoneo si attestava a livello nazionale al 21%, nel Vco al 26. Ciò vuol dire che oltre un datore di lavoro su quattro in provincia non trova la persona che cerca. I motivi? Principalmente due: la mancanza di candidati (34%) e la preparazione non adeguata (53%). A livello nazionale e locale il settore caratterizzato da maggiori difficoltà di reperimento è il manifatturiero, comparto da sempre esposto alla concorrenza internazionale e, dunque, anche più ricettivo alle spinte innovative e all’innovazione tecnologica.

Nel Vco il settore elettrico ed elettronico offre possibilità di lavoro; questi professionisti possono essere formati, per esempio, all’Istituto tecnico “Cobianchi” di Intra. Anche il settore alimentari e bevande offre opportunità, valutati gli oltre 600 dipendenti nelle circa 100 imprese del settore; tra le principali, la “Barry Callebaut Manufacturing Italia”, sempre di Intra. L’indirizzo turistico, declinato in servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, operatore nella ristorazione, tecnico del turismo, offre anch’esso possibilità e viene trattato all’Istituto tecnico “Ferrini” di Intra e al “Maggia” a Stresa.