1

grain 3026099 960 720

PORTO CERESIO - 22.03.2019 - Il lago come

cornice privilegiata per  delitti e misfatti vari, solo letterari sia chiaro. Parliamo di GialloCeresio, prima edizione del concorso letterario presentato nei giorni scorsi a Porto Ceresio (Varese) e aperto a tutti coloro che hanno un racconto noir, un giallo, un thriller o un poliziesco nel cassetto, purché di ambientazione lacustre. Il concorso, che è promosso dalla Pro loco e dal Comune di Porto Ceresio è diviso in due sezioni. La prima è riservata a libri già editi (presentazione dell'opera entro il 15 maggio), l'altra agli autori di racconti inediti (tra le 20.000 e le 30.000 battute) il cui termine di scadenza è fissato al 31 maggio. Un premio speciale sarà dedicato agli under 35. La partecipazione al concorso è, per entrambe le sezioni, gratuita. Per le opere già pubblicate, tre premi principali (1.500, 700 e 500 euro), altrettanti per gli inediti (500, 250 e 150 euro) ai quali si aggiungono diversi premi speciali. Anima e motore del premio, è Ambretta Sampietro già organizzatrice dei concorsi GialloStresa e Gialli sui laghi che negli anni passati hanno ottenuto una buona risonanza.  "Il concorso, gratuito, vuole sostenere la scrittura in lingua italiana e promuovere, al contempo, i territori dei laghi, il loro patrimonio ambientale, culturale, architettonico e le loro tradizioni", si legge nel bando. Dove è sottinteso che il lago non deve essere necessariamente il Ceresio. Il premio  ha comunque ottenuto importanti patrocini: l’assessorato alla Cultura di Regione Lombardia, il dipartimento dell'Educazione, della Cultura e dello Sport della Repubblica e Cantone Ticino, la Comunità di lavoro Regio Insubrica e la Camera di Commercio di Varese, con la collaborazione e il sostegno di Comitato Premio Claudio De Albertis, Assicurazioni Generali Musajo Somma s.n.c. - Varese Città Giardino, Vox Libri e Writers Magazine Italia.

QUI PER SCARICARE IL BANDO