1

DSC06675

MACUGNAGA - 25-03-2019 - Doveva essere la gara della rivincita, ma è andata diversamente: Italia 1 - Svizzera 2. Questo il risultato della seconda edizione dell'incontro di calcio, al monte Moro, tra le rappresentative di Italia e Svizzera. La partita più alta d'Europa (2800 metri) nella spettacolare cornice montana, davanti a un numeroso pubblico, ha premiato ancora una volta la rappresentativa elvetica, che già si era affermata nel 2017.  
Prima della partita (l'incontro si è svolto alle ore 12.30) a Staffa c'è stata la cerimonia di apertura con saluti da parte delle autorità, gli Inni Nazionali, con la presenza di donne in costume della Valle, e del Corpo Musicale di Fomarco.

L’iniziativa è inserita nell’ambito della promozione degli Europei per Paesi di montagna, Bergdorf-EM, che si svolgono ogni quattro anni con le rappresentative amatoriali delle nazioni che si sono qualificate per la rassegna continentale delle nazionali maggiori. E’ una sorta di campionato parallelo per promuovere il turismo nei piccoli centri di montagna. L’Italia è stata rappresentata nelle ultime edizioni dal paese di Piedimulera. Stavolta a Macugnaga gli azzurri sono stati selezionati tra i calciatori amatoriali della zona da Aldo Noce, promotore della manifestazione con l’associazione Bergdorf Italia presieduta da Franco Piantanida.

L’intento della manifestazione non è il risultato della partita. Il pallone è solo un collante per unire i due Paesi in una giornata di scambio culturale, festa e divertimento.

AMPIA FOTOGALLERY SU LA VALLE DEL ROSA