1

scuola pol pen

VERBANIA – 15.04.2019 – Gli imputati, le parti civili

e i rispettivi avvocati sono troppi e, per un simile numero di persone, non esiste al tribunale di Verbania un’aula capace di contenerli tutti. Sarà la scuola di polizia penitenziaria Salvatore Rap di Pallanza (il fu carcere minorile, gli ex barabitt, per intenderci) la nuova sede del processo Veneto Banca. L’ha disposto il Tribunale che sta notificando ai 41 imputati e alle 44 parti offese il “trasloco” del procedimento per truffa aggravata che si discuterà, in udienza preliminare, a partire dal 15 maggio. Il pm Sveva De Liguoro contesta a manager e alti funzionari di Veneto Banca, in concorso con alcuni direttori e impiegati delle filiali di Vco e Alto Novarese, di aver venduto azioni e obbligazioni dell’istituto di credito in maniera massiva sapendo che si trattava di titoli spazzatura, ceduti a un valore compreso tra i 35 e i 40 euro ad azione e poi svalutati del tutto con il crac di Montebelluna.