1

bettelmatt marchiatura 19 mix

DEVERO- 17-09-2019- È partita la stagione della Marchiatura, il marchio a fuoco che garantisce e identifica l’oro bianco degli alpeggi ossolani: il formaggio Bettelmatt: "Marchiature pubbliche- spiegano i produttori- in questo modo tutti possono vedere direttamente come viene tutelata e garantita la produzione del formaggio Bettelmatt.  Ogni anno, dopo i primi mesi di stagionatura questa importante operazione di controllo viene effettuata nelle cantine degli otto produttori di Bettelmatt.  Un tecnico professionista e specializzato, Guido Tallone di Agenform di Cuneo, incaricato dell’Unione Montana Alta Ossola, proprietaria del Marchio, ha il compito di controllare e analizzare le caratteristiche delle forme e apporre il marchio a fuoco, garanzia di qualità e di unicità del prodotto finale.  Sul marchio si riconoscono: il tipico profilo dell’Arbola (3.235 m), la montagna attorno alla quale si sviluppano i nove alpeggi dove nasce questo formaggio; una stella alpina, simbolo di purezza e di rarità; uno stralcio dei sentieri che percorrono le vacche per raggiungere i pascoli; infine la preziosa erba mutellina, che dona a questo formaggio il caratteristico sapore finale.  Il Bettelmatt viene prodotto esclusivamente in nove alpeggi sopra i 2000 metri di altitudine, tra la Valle Antigorio e la Val Formazza all'estremo nord del Piemonte, nei comuni di Formazza, Premia e Baceno: Alpe Bettelmatt, Alpe Kastel, Alpe Morasco, Alpe Toggia, Alpe Regina, Alpe Vannino, Alpe Forno, Alpe Pojala e Alpe Sangiatto.     Con la prima Marchiatura pubblica a Crampiolo nel Parco Naturale dell’Alpe Devero, tenutasi a metà settembre durante Scarghè, la festa della discesa dagli alpeggi, il formaggio Bettelmatt è simbolicamente pronto per arrivare sulla tavole di tutti gli amanti del buon formaggio e di questo grasso d’alpe cosi apprezzato e ricercato, per il suo sapore unico e per le proprietà organolettiche cosi speciali.     “Dopo un primo periodo, sessanta giorni, di stagionatura del formaggio - dice Guido Tallone, tecnico Agenform - saliamo nelle cantine dei produttori per analizzare e valutare le forme che vengono ritenute idonee per poter essere marchiate come forme di Bettelmatt. Questa operazione si svolge da settembre a novembre, viene ripetuta 4 o 5 cinque volte ogni quindici giorni, su forme di stagionatura diversa”.     Oltre al formaggio sono pronte le Vetrofanie che, anche quest’anno, i produttori dell’Associazione Formaggio Bettelmatt, consegnano ai rivenditori selezionati (negozianti e ristoratori) che propongono il “Bettelmatt originale”.     Sono previsti altri due appuntamenti pubblici, dove poter ammirare la Marchiatura del Bettelmatt: domenica 22 settembre al Cheese di Bra (alle ore 20.00 nell’Area della Regione Piemonte), il prestigioso evento internazionale dedicato ai formaggi; il 13 ottobre a Crodo all’interno dell’evento BiancoLatte, l’Oro d’Alta Ossola.     Il Bettelmatt continua ad essere uno dei formaggi più ricercati e amati.  Appassionati di questo formaggio, l’attesa è finita!        I produttori di Formaggio Bettelmatt  2019:     “ALBRUN” di Matli Gianni – Alpe FORNO - Baceno  “ALPEN”dei Fratelli Pennati – Alpe VANNINO – Formazza  GABRIELE SCILLIGO – Alpe TOGGIA/REGINA – Formazza  BERNARDINI MASSIMO – Alpe KASTEL – Formazza  BRACCHI FAUSTO – Alpe POJALA – Premia  BRAVI CRISTINA – Alpe MORASCO/BETTELMATT – Formazza  MATLI SILVANO – Alpe FORNO – Baceno  OLZERI ADOLFO – Alpe SANGIATTO – Baceno