1

teatro maggiore

VERBANIA – 09.10.2019 – Sarà il foyer del teatro Maggiore

di Verbania la sede della prima udienza preliminare del processo agli ex Veneto Banca. Venerdì 13 dicembre è la data in cui i 41 imputati e le 43 parti civili (con i rispettivi avvocati) del procedimento per truffa aggravata compariranno di fronte al giudice Beatrice Alesci, chiamata a valutare le richieste di rinvio a giudizio del pm Sveva De Liguoro, che contesta ai vertici della banca -ma anche, e quella di Verbania è la prima Procura in Italia a farlo, ai direttori di filiale e ai venditori- di aver creato un vero e proprio sistema mirato a piazzare ai clienti-risparmiatori azioni e obbligazioni di Veneto Banca che, quando la “criticità” dei conti s'è mostrata di fronte alle autorità di vigilanza, sono stati prima svalutati, poi azzerati, “bruciando” tutti i risparmi e portando al crac dell'istituto.

Il procedimento sarebbe dovuto partire lo scorso maggio nella scuola di polizia penitenziaria ma, alla vigilia della prima udienza, la sede è stata disdetta, lasciando spazio a un periodo di qualche mese di incertezza. Nei giorni scorsi le parti hanno ricevuto la notifica con la fissazione dell'udienza.