1

mdc

VERBANIA – 12.12.2019 – Pronti a costituirsi parte civile.

Tra coloro che domani chiederanno un risarcimento per il crac di Veneto Banca e per i risparmi andati in fumo con il deprezzamento delle azioni, c’è anche il Movimento difesa del cittadino di Verbania. L’associazione dei consumatori lo annuncia tramite il suo presidente Ettore Francioli (nella foto), che si dice fiducioso “affinché il processo possa finalmente fare chiarezza sulla questione che ha visto coinvolti molti risparmiatori ex Veneto Banca del Verbano Cusio Ossola, che a causa del deprezzamento azionario, hanno visto volatilizzarsi i loro risparmi”. “Risparmiatori traditi, che ancora ad oggi non hanno ottenuto il giusto ristoro”, aggiunge sottolineando il “pieno sostegno alla Procura della Repubblica nella persona della dottoressa Sveva De Liguoro che, unitamente alla Guardia di finanza, già nel dicembre 2018 chiudeva le indagini”. A rappresentare l’Mdc ci sarà l’avvocato Clarissa Tacchini. “Seguiremo con attenzione la celebrazione del processo penale, e saremo al fianco di tutti i risparmiatori traditi radicati sul territorio del Verbano Cusio Ossola – dichiara –, onde fare chiarezza e far loro ottenere il giusto ristoro per il grave danno subito“.