1

cirio masch

TORINO - 29-05-2020 -- “Confidiamo che dal 3 giugno

i confini della Regione possano aprirsi al resto d’Italia e al resto del mondo”. Così il governatore del Piemonte Alberto Cirio ha aperto, oggi alle 12,30, la conferenza stampa sulle misure di rilancio del turismo che s’è tenuta alla Reggia di Venaria. Un turismo che non può prescindere dal ritorno alla libertà di spostamento – ha detto, rivelando i contenuti del report settimanale che, sull’andamento dell’epidemia di Covid-19 in Piemonte, è stato inviato ieri sera dall’Istituto superiore di sanità e che è stato esaminato stamane dalla giunta. “Ci hanno mandato la ‘pagella’ – ha spiegato – che che non solo ha tutti i parametri epidemiologici in diminuzione, ma che rientrano tra quelli dell’ultimo Dpcm. Indice di contagio, capacità di reazione delle strutture sanitarie, decessi, contagi e numero di posti letto di Rianimazione… Non abbiamo criticità, non superiamo le soglie, non suona alcun campanello rosso”.

Da qui l’auspicio, che suona anche come un sollecito al governo -le cui decisioni sono attese in questi giorni-, che dalla prossima settimana si possa tornare ad aprire agli spostamenti tra le Regioni "per farlo per sempre, perché ne abbiamo bisogno per ripartire".