1

auto piazza mercato giorno carabinieri

S.M.MAGGIORE- 01-06-2020--I Carabinieri della Stazione

di Santa Maria Maggiore hanno sorpreso alla guida ed arrestato per evasione un 50enne, originario della Valle Formazza.

L’uomo, sottoposto ai domiciliari da alcuni mesi, ha probabilmente mal sopportato la restrizione della libertà, peraltro in un periodo che ha tenuto in casa tutti i cittadini per il rischio epidemico, così, noncurante degli obblighi, dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, ha ritenuto di concedersi un’uscita e di andarsi a farsi un giro in auto fino a Domodossola.

La fortuna, però, non lo ha assistito. L’uomo, giunto alla rotatoria dello svincolo “Domodossola Sud” lungo della S.S. 33 del Sempione, ha perso il controllo dell’auto ed è andato a sbattere contro la segnaletica stradale. Miracolosamente illeso e fortunatamente senza coinvolgere altri automobilisti, dopo aver divelto alcuni segnali stradali ha proseguito la sua corsa, incurante dell’accaduto, fino al centro città. Il comportamento a dir poco “spavaldo” dimostrato alla guida, ha attirato l’attenzione degli altri utenti della strada, che hanno subito richiesto l’intervento dei Carabinieri con una telefonata al Numero di Emergenza 112.

In pochi minuti una pattuglia ha raggiunto il centro città e rintracciato l’uomo ancora alla guida, in Via Cassino.

L’evaso, riconosciuto e immediatamente bloccato, è stato condotto in Caserma e arrestato per evasione. Alla richiesta di giustificare il suo comportamento e di sottoporsi all’alcol test, in evidente stato di alterazione e visibilmente nervoso, si è rifiutato categoricamente di sottoporsi all’esame, incorrendo così in più severe sanzioni penali.

Ma non finisce qui, perché nel bagagliaio dell’autovettura, nascosta sotto ad uno straccio, i militari hanno trovato una mazza da baseball in legno. La mazza ed il veicolo sono stati sequestrati e l’uomo, concluse le rituali formalità, è stato riaccompagnato presso la sua abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, nella giornata di oggi 1 giugno, presso il Tribunale di Verbania, ne ha convalidato l’arresto, disponendo una nuova sottoposizione agli arresti domiciliari.