1

cirio 1giugno

TORINO - 02-06-2020 -- "I dati sono molto buoni,

i contagi continuano a scendere e la pagella del Ministero della Salute ci promuove a pieni voti": il presidente Alberto Cirio descrive un Piemonte "in salute", dove “i parametri in fase discendente sono la fotografia di un territorio in grado di affrontare senza timori la riapertura dei confini da mercoledì prossimo. Inoltre, testimoniano il grande lavoro svolto: oggi in tre giorni siamo in grado di isolare la persona dopo la manifestazione dei primi sintomi di infezione, l’indicatore Rt è a 0.5 quando la soglia è 1, i posti occupati in terapia intensiva sono il 12% quando il massimo è 30%, i contagiati sono il 23% quando non si deve superare il 40%. Anche sulla presenza di focolai siamo in discesa”.


Nel corso di una conferenza stampa video con il vicepresidente Fabio Carosso, gli assessori Luigi Icardi, Matteo Marnati e Marco Gabusi, i tecnici dei gruppi di monitoraggio e dell’Unità di Crisi, ha sottolineato cbhe "la Festa della Repubblica quest'anno ha un duplice significato. Festeggiamo i valori della democrazia e della libertà, compressa negli ultimi mesi a causa dell'emergenza sanitaria".


Le tabelle sulla scrivania indicano "il continuo trend discendente del virus", che l’assessore Icardi definisce come “il frutto di un cambio di approccio radicale: nelle ultime settimane abbiamo intensificato l'attività di tracciamento dei contatti, cioè la capacità di identificare precocemente i nuovi casi sospetti, di isolarli e sottoporli a tampone grazie al lavoro di monitoraggio dei medici di famiglia". Che ora proseguirà, grazie anche al contributo della task force guidata dall'ex ministro Ferruccio Fazio.