1

agricoltura

TORINO – 03-07-2020 – La Regione Piemonte

entro il mese di giugno 2020 ha erogato 69,9 milioni di euro complessivi di contributi alle aziende agricole che hanno partecipato ai bandi relativi alle misure a superficie del Programma di sviluppo rurale per la campagna 2019, liquidando attraverso l’ente regionale erogatore Arpea, il 95% dei contributi assegnati.

“Grazie ad un efficiente sistema organizzativo e di monitoraggio e alla proficua collaborazione tra gli uffici dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte e l’organismo pagatore Arpea, è stato raggiunto nel mese di giugno la performance del 95% per le misure a superficie del PSR, ovvero le misure agroambientali, del biologico e dell’indennità compensativa per la campagna 2019. - precisa l’assessore all’Agricoltura e Cibo, Marco Protopapa – Proprio durante i mesi dell’emergenza sanitaria è proseguito con efficacia il lavoro da parte dell’amministrazione regionale per garantire alle nostre aziende agricole la liquidità in tempo di crisi”.

Si tratta di un risultato importante per la Regione Piemontein quanto ai sensi dell’art. 75 del regolamento (UE) n. 1306/2013 a partire dalla campagna 2019 del Psr è diventato obbligatorio pagare il 95% delle misure a superficie entro il 30 giugno dell’anno successivo, recuperando anche eventuali ritardi accumulati nelle campagne precedenti.

Lo stretto coordinamento e la collaborazione attiva tra Regione e Arpea hanno permesso di anticipare l’apertura delle istruttorie rispetto agli anni passati, la definizione di scadenze e tempistiche chiare per la chiusura delle domande in correttiva presso i CAA, oltre che una riorganizzazione del lavoro all’interno dei diversi settori.