1

bannio anzino murales

BANNIO ANZINO- 12-07-2020-- L’emergenza sanitaria

ha stravolto i programmi che prevedevano il 21 marzo 2020, una grande manifestazione a Pontegrande per l’apertura del centenario di fondazione del gruppo alpini di Bannio Anzino , 1920 – 2020 (fra i primissimi in Italia). In quell’occasione si sarebbero dovuti inaugurare il nuovo monumento all’alpino ed un grande murales che oltre allo storico traguardo alpino anticipa un altro storico primato banniese: i 400 anni di fondazione della milizia tradizionale (1622 – 2022).
E cosi’ venerdì scorso10 luglio alcuni componenti delle due storiche associazioni hanno deciso comunque di esporre al pubblico il loro lavoro pronto da tempo, posto in un punto molto suggestivo che valorizza il già bel colpo d’occhio per chi arriva in paese.

A dare manforte ai volontari la ditta Manfredda Giovanni, carpenteria di Cerano, e colui che il murales lo ha realizzato, Roberto Rolando, artista di Calasca figlio d’arte, nipote di Carlo Bossone.
Rolando da alcuni anni sta abbellendo con i suoi murales molti angoli della valle Anzasca, molti sono gli edifici che ha valorizzato con le sue opere, in particolare nella bellissima frazione calaschese di “ Boretta”. Lo storico edificio posto proprio al bivio per Bannio che domina il ponte sull’Anza è luogo di sosta obbligata per chi sale in valle e vuole immortalare il primo punto dove si scorge sua maestà il Rosa, con la sua maestosa parete est, e quindi non può passare inosservato questo nuovo murales.
Presto sarà completato anche il monumento in sasso all’alpino posto vicino al murales e che andrà ad arricchire la bella piazzetta artistica realizzata recentemente dal comune .
L'opera e' stata possibile anche grazie alla sponsorizzazione della Edison e al contributo del comune di Bannio Anzino.

Per la fotogallery.

https://lavalledelrosa.forumfree.it/?t=77771909#lastpost