1

arona macello

ARONA - 07-08-2020 -- Sono 365  le opere

di arte contemporanea donate al Comune di Arona per realizzare un museo all’ex Macello pubblico. In consiglio comunale è stata approvata la donazione e la relativa convenzione tra Comune e privati di una serie di opere dche il prof. Luigi Sansone, critico d’arte, ha deciso di donare alla città. La finalità, creando una Fondazione, è quella di realizzare un museo di arte contemporanea. Il museo sarà dedicato a Fanny Usellini, erede del noto pittore futurista Gianfilippo Usellini, ed andrà ad incrementare il patrimonio culturale cittadino. Sansone, parente della famiglia Usellini e noto critico d’arte, lo curerà personalmente per un triennio ed a titolo gratuito. Le spese di trasporto, deposito ed assicurazione delle opere saranno a carico del Comune. Il restauro dell’ex macello sarà per il 20% a carico del Comune, mentre per il resto si conta dia attingere ai fondi della Fondazione Cariplo che ha emesso un bando che scadrà a fine settembre. La pinacoteca dovrà rimanere aperta almeno tre giorni alla settimana, esponendo a rotazione le opere, promuovendo degli scambi di quadri al fine di valorizzarli. Nel museo potranno essere inserite altre opere. Tra le tele che saranno esposte alcune di un certo valore. Tra queste le opere di Salvatore Scarpitta, pittore americano naturalizzato italiano, famoso per la sua “arte del movimento.” Di suo un “Senza Titolo”, “La Tromba”, ed il “Ritratto del pittore Kromatiliski”. Tra i nomi di rilievo degli autori delle opere che faranno parte della collezione aronese anche Lucio Fontana, Gillo Dorfles, Aligi Sassu, Ginfilippo Usellini ed un quadro di Marc Chagal. (M.R)