1

sequestro armi

V. CANNOBINA - 14-08-2020 -- Cacciava di frodo

e senza porto d’armi (che già gli era stato ritirato), per giunta con un fucile mai registrato. È stata la polizia provinciale, dopo settimane di indagini e appostamenti, a scoprire l’attività illegale di un uomo residente in Valle Cannobina. La segnalazione di spari esplosi a ridosso di uno dei centri abitati del comune unico di valle, aveva attivato le guardie, che dopo averlo identificato, l’hanno seguito sino a coglierlo in flagranza, mentre cioè sparava. La successiva perquisizione domiciliare ha portato al sequestro di due fucili da caccia e di parecchie munizioni, alcune di grande calibro, di quelle utilizzate per la caccia ai grandi ungulati. Una delle due armi, peraltro, è risultata clandestina, mai registrata.