1

giunta stresa 20
STRESA - 26-09-2020 -- Sedici anni dopo,

di nuovo insieme ai vertici dell’Amministrazione. Tanto è passato da quando, nel settembre del 2004, l’allora maggioranza stresiana ruppe con l’esecutivo e fece cadere la giunta presieduta da Giorgio Diverio e della quale faceva parte anche Marcella Severino. Oggi, a più di tre lustri, i due sono tornati. Severino martedì è stata eletta primo cittadino della Perla del Verbano. La seduta di insediamento del Consiglio comunale è fissata per giovedì alle 21 al PalaCongressi ma, intanto, già oggi il neosindaco ha nominato il suo esecutivo. Del quale fa parte, come detto, l’architetto Diverio, unico esterno (non s’era candidato con “Progetto Comune”) dei quattro componenti. Ha ricevuto deleghe importanti e tecniche: Urbanistica, Edilizia privata e Lavori pubblici. Il vicesindaco è Alessandro Berlino, consigliere uscente, che seguirà Polizia locale, Frazioni, Ambiente, Tempo libero, Sport e Politiche giovanili. La più votata in assoluto tra i candidati (112 preferenze), Maria Grazia Bolongaro, si occuperà di Turismo, Cultura, Attività produttive, Commercio e Pubblica istruzione. Bilancio, Finanziaria, Fiscalità locale, Società partecipate, Politiche sociali e della famiglia sono le deleghe attribuite a Carla Gasparro. Il sindaco s’è tenuta per sé Affari generali, Patrimonio, Servizi demografici e Personale.
In Consiglio comunale, in quota alle minoranze, ci saranno Canio di Milia, Carlo Falciola e Andrea Fasola Ardizzoia per "Grande Stresa"; oltre al sindaco uscente Giuseppe Bottini per “Stresa e frazioni”.

Nella foto sopra, accanto al sindaco Marcella Severino, in senso orario: Alessandro Bertolino, Maria Grazia Bolongaro, Carla Gasparro e Giorgio Diverio.
Di seguito la tabella con tutti i voti presi dai candidati e con gli eletti.

eletti stresa