1

197609450 4633362830014404 7520221010422132259 n

VERBANIA - 14-09-2021 - Non c'è solo la candidatura di Torino, anche Verbania, assieme a diverse altre città, si candida a ospitare il Festival dell'Economia. La rassegna, che per 16 anni è stata patrimonio di Trento, era nata da un accordo tra istituzioni (Provincia, Comune e Università) e affidata ad un editore dalla storia prestigiosa e lunga come Laterza, con l'economista Tito Boeri alla direzione scientifica. Di questi giorni l'iniziativa della Provincia di Trento di affidare l'organizzazione al gruppo Sole 24 Ore, di cui è proprietario Confindustria. Cosa non piaciuta a molti, che temono per l'indipendenza del Festival, capace di richiamare in questi anni i più importanti nomi della politica e degli studi politico-economici, tra cui 50 premi Nobel.
Con il licenziamento di Laterza, a cogliere la palla al balzo sono state diverse città, tra queste c'è Torino ma anche Verbania si fa avanti. Silvia Marchionini ha recapito personalmente all’economista Tito Boeri la candidatura: "Il Festival dell’economia - sottolinea il sindaco di Verbania - è tra le più importanti e partecipate manifestazioni in Italia e negli anni ha coinvolto uomini e donne di rilievo nel mondo dell’economia, da grandi dirigenti d'azienda a molti premi Nobel, da ministri dell'economia sino a personalità della cultura e delle categorie sociali, economiche e sindacali. Per questo ho contattato personalmente Tito Boeri per segnalare la nostra disponibilità a diventare città ospite di una nuova manifestazione su questi temi. Abbiamo gli spazi e il giusto spirito per provare a verificare questa possibilità, come la nostra candidatura a Città della Cultura 2022 ha dimostrato riuscendo ad arrivare tra le città finaliste".

Foto via Fb: un cartellone dell'ultima edizione del Festival, svoltosi a Trento nel giugno 2021