1

esultanza paffoni

OMEGNA- 22-05-2022-- È una Paffoni tutta cuore e nervi quella che vince al Pala Goldoni di Vicenza con il punteggio di 69 a 72.

I rossoverdi giocano a corrente alternata per tutto l’incontro, restano a galla grazie ai numerosi extra possessi offensivi conquistati nel corso del primo tempo, impedendo a Vicenza di scappare definitivamente. I padroni di casa di coach Ciocca tirano con ottime percentuali da oltre l’arco, centrano anche la doppia-cifra di vantaggio, ma nulla possono alla lucidità di un quarto periodo strepitoso di Planezio e compagni. Segala apre le danze con una tripla dall’angolo, la Paffoni è viva e accorcia.

Capitan Planezio si alza da oltre l’arco sul 64 a 64 a un minuto e cinque secondi dalla fine: canestro del più tre Fulgor, 64 a 67! L’uno su due di Cecchetti dalla lunetta consegna la palla del possibile KO tecnico alla Paffoni: Bushati raddoppiato, palla a Burini che supera il closeout della difesa e segna un tiro pesante e difficile, esplode di gioia la panchina della Paffoni e la curva rossoverde venuta fino a Vicenza a supportare la squadra.

I falli sistematici portano la Fulgor avanti di tre a pochi spiccioli dalla fine, Petracca si alza da poco oltre la metà campo e il ferro gli sputa il tiro del pareggio: finisce 69 a 72, passa la Paffoni.

Ora si alza ulteriormente l’asticella: domenica 29 maggio inizia la serie con Juvi Cremona, squadra che ha eliminato tre a zero Langhe Roero Basketball e in stagione regolare aveva concluso al secondo posto dietro a Cividale nel girone B. In virtù di ciò, i cremonesi avranno il vantaggio del fattore campo. Insieme, però, lotteremo per prendercelo e continuare a sognare!

“È stata una partita vinta coi nervi - commenta coach Fioretti nel post partita. Sapevamo che Vicenza avrebbe dato il massimo, noi nel primo tempo abbiamo commesso troppi errori, mentre nell’ultimo quarto siamo stati bravi a fare le scelte giuste. Non abbiamo fatto una grande partita offensiva, ma siamo stati molto cinici. La squadra ha bisogno di tutti, lo abbiamo dimostrato durante tutto l’anno e questa sera si è confermata l’importanza di ogni singolo giocatore. Dobbiamo ancora crescere tutti, ora ci prendiamo qualche ora di riposo per preparare la serie con Cremona”.