1

polizia locale via

DOMODOSSOLA - 20-01-2020 - Com'è noto,

la polizia locale svolge oltre alle funzioni fondamentali di Polizia stradale (qui i dati) anche funzioni di polizia giudiziaria: nel 2019 sono state 42 la comunicazioni di reato inoltrate alla Procura della Repubblica. Sono stati invece 595 gli accertamenti relativamente alla funzione svolta di polizia amministrativa. Nell'annuale report presentato dal comandante Marco Brondolo, anche alcuni dei fatti più significativi rilevati durante l'anno appena passato.
FEBBRAIO
denunciato un parcheggiatore abusivo nell’area dell’Ospedale per il reato di cui all’art. 7, comma 15 bis, D. Lgs. num. 285/1992 e s.m.i. (Codice della Strada), come sostituito dall’art. 21 sexies del D.L. 4.10.2018 n. 113, convertito in L. 1.12.2018 n. 132;
MARZO
denunciata una donna che impiegava minori (uno di anni due di età l’altro di anni dodici di età) per l’esercizio dell’accattonaggio, nei pressi dell’entrata di un supermercato – per il reato di cui all’art. 600 octies C.P. per “Impiego di minori nell’accattonaggio. Organizzazione dell’accattonaggio”
APRILE
a richiesta degli agenti di pubblica sicurezza uno straniero non ottemperava, senza giustificato motivo, all’ordine di esibizione del passaporto o di altro documento di identificazione e del permesso di soggiorno o di altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato – denunciato per il reato di cui all’art. 6, comma 3°, D. Lgs. num. 286/1998 ed art.101 C.P.;
GIUGNO
• un operatore della Polizia Locale interveniva per la segnalazione di un uomo con atteggiamenti aggressivi, a seguito del lancio di una bottiglia di vetro verso un gruppo di persone sulla pubblica via. L’uomo si rifiutava di dichiarare le proprie generalità al personale di Polizia Locale intervenuto e tentava di sottrarre l’arma di servizio ad uno degli operatore della Polizia Locale, rimasto poi ferito nella colluttazione. L’esagitato veniva quindi sottoposto ad arresto dall’intervento congiunto di Polizia Locale e Polizia di Stato e denunciato per i reati di cui agli artt.336 (Violenza o minaccia ad un pubblico ufficiale) - 337 (Resistenza a un pubblico ufficiale) – 341 bis (Oltraggio a un pubblico ufficiale) – 56 e 628 (Rapina, tentata) e 651 (Rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale) C.P.
• denunciato un uomo per il furto di alcolici in un supermercato del centro cittadino - art. 624 c.p. con l’aggravante di cui all’art.625 nr.7) c.p., furto aggravato dall’aver commesso il fatto su cosa esposta per destinazione alla pubblica fede;
• a richiesta degli agenti di pubblica sicurezza uno straniero non ottemperava, senza giustificato motivo, all’ordine di esibizione del passaporto o di altro documento di identificazione e del permesso di soggiorno o di altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato - denunciato per il reato di cui all’art. 6, comma 3°, D. Lgs. num.
286/1998;
LUGLIO
individuato e denunciato l’uomo che aveva dato fuoco ad un cumulo di cartoni collocati sulla pubblica via, destinati alla raccolta differenziata. L’azione veniva compiuta in un vicolo del centro storico proprio dove erano collocate delle condutture esterne del gas metano ed una centralina dell’energia elettrica. Il propagarsi dell’incendio non si verificava solo perché diverse persone intervenivano a spegnere il focolaio. A carico dell’uomo contestati i reati puniti dall’art. 423 comma 1 c.p. in combinato disposto con l’art. 56 c. 1 c.p., in quanto l’indagato, nel centro storico di Domodossola in vicolo Facini, compiva atti idonei diretti in modo non equivoco a cagionare un incendio.
AGOSTO
il personale della Polizia Locale interveniva presso lo sportello del Distretto ASL dove identificava e denunciava due persone per i reati di cui agli art. 340 C.P. (Interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità) ed art. 336, comma 2°, C.P. (Minaccia o violenza a un pubblico ufficiale)
OTTOBRE
individuato con l’ausilio del sistema di videosorveglianza comunale l’autore del furto di un telefono cellulare, lasciato a bordo del veicolo di un corriere, parcheggiato nel centro storico di Domodossola: l’autore è stato denunciato ai sensi dell’art. 624 c.p. con le aggravanti di cui all’art. 625 nr. 4 e nr. 7) C.P.
DICEMBRE
individuati con l’ausilio del sistema di videosorveglianza comunale gli autori (minorenni) di danneggiamento in Piazza Mercato e del lancio di fuochi d’artificio nella direzione di altre persone presenti nella piazza in occasione dei festeggiamenti di Capodanno. Gli autori sono stati denunciati per i reati di Danneggiamento (art. 635 C.P.) e Accensioni ed esplosioni pericolose (art. 703 C.P.).

POLIZIA AMMINISTRATIVA – EVENTI DI RILIEVO
Costante ed approfondita anche la verifica della Polizia Locale sulle attività di raccolta fondi, svolta in via preventiva mediante l’adozione di una dettagliata modulistica di autocertificazione per le occupazioni di suolo pubblico sul territorio domese, ed in via successiva, mediante la richiesta di copia dei rendiconti dei fondi raccolti nell’anno precedente.


FUNZIONI AUSILIARIE DI PUBBLICA SICUREZZA – SICUREZZA URBANA E COLLABORAZIONE ATTIVITA’ DI TUTELA DELL’ORDINE PUBBLICO – PROTEZIONE CIVILE
Notevole è stato l’impegno della Polizia Locale per l’organizzazione dei servizi di competenza in occasione delle numerose manifestazioni pubbliche, con predisposizione di segnaletica temporanea e relative ordinanze.
Il Corpo di P.L. ha inoltre prestato la propria opera nell’ambito delle funzioni istituzionali di Protezione Civile.
Il Comando del Corpo di Polizia Locale ha provveduto alla redazione ed esecuzione di n.2 ordinanze di T.S.O. (trattamento sanitario obbligatorio) e n.4 ordinanze di A.S.O. (accertamento sanitario obbligatorio). Assicurata la consueta attività di rappresentanza cerimoniale mediante i servizi di scorta al gonfalone del Comune nelle manifestazioni di rilievo istituzionale.
Il Corpo di Polizia Locale ha stipulato una convenzione per fornire supporto all’Unione Comuni Montani della Media Ossola, con l’impiego di un operatore di P.L.